Informazioni ambientali

Zanzara: azioni di prevenzione e contrasto al proliferare della zanzara

Avviso campagna di disinfestazione 2020

Come ogni anno il Comune procede alla disinfestazione della zanzara nelle aree pubbliche dall’inizio della primavera fino all’autunno e a seconda delle condizioni metereologiche.

Trattasi di un’azione di prevenzione consistente in  interventi larvicidi per i quali  vengono sistematicamente trattate le caditoie e bocche di lupo di tutte le vie cittadine e le aree umide incluso le aree cimiteriali.

Il primo intervento è stato eseguito il 3 aprile 2020.

Si ritiene ancora una volta opportuno sottolineare come la lotta alla Zanzara può avere esiti positivi solamente con il coinvolgimento e l’azione della popolazione. Infatti le aree pubbliche rappresentano solo il 20-30% del totale dei siti a rischio di infestazione, mentre il rimanente 70-80% dei siti a rischio ricadono  in proprietà privata.

È quindi necessario che anche i cittadini, come Amministratori degli stabili, mettano in atto misure di prevenzione ed eseguano i trattamenti preventivi nelle aree di propria competenza, trattando con prodotti larvicidi l’acqua dei tombini e caditoie private e prestando particolare attenzione ai ristagni di acqua quali sottovasi delle colture, oggetti lasciati all’aperto quali  attrezzi e giocattoli. Eventuali contenitori per la raccolta dell’acqua piovana devono essere coperti con adeguati retini onde evitare il deposito delle uova da parte delle zanzare adulte.

Le medesime prassi vanno osservate anche da parte di agricoltori,  ditte ed imprese.

Le compresse larvicide possono essere acquistate  presso Agrarie, Farmacie  e Centri specializzati ed autorizzati alla vendita e sono disponibili anche in questo periodo condizionato dall’emergenza Coronavirus.

Il servizio pubblico è affidato a ditta specializzata ed i prodotti usati sono adatti ad uso civile e regolarmente registrati presso il Ministero della Salute.

Si rimanda per ulteriori approfondimenti al Regolamento di Igiene e Sanità in vigore dal 12/12/2018, in particolare gli artt. 45 e 46 e l’Allegato 2 “Misure di lotta alla zanzara tigre e agli insetti nocivi e molesti".

Avviso per contributi regionali per rimozione amianto nell’ambito del progetto ARAM – Regione FVG

termini per la presentazione delle domande: 28 febbraio 2020

Si avvisa che L’Amministrazione comunale ha aderito con delibera n. 28 dd. 10/02/2020 al progetto denominato ARAM (Archivio Amianto) avviato dalla Regione FVG che promuove la rimozione dell’amianto dal territorio sostenendo i privati e le aziende con un contributo pari fino al 50% della spesa sostenuta.

Ogni documentazione è disponibile sul sito internet della Regione, mentre ai seguenti link sono disponibili le informazioni specifiche sui contributi:

            CONTRIBUTI A PRIVATI E ASSOCIAZIONI

            CONTRIBUTO ALLE IMPRESE

La Regione rimane disponibile per ogni ulteriore informazione e per la presentazione delle domande.

Nell’ambito del progetto ARAM è stata effettuata dalla Regione con l’ausilio di ARPA anche un’indagine con telerilevamento ed analisi ad alta risoluzione acquisite da drone che ha permesso di identificare i tetti in amianto per grado di deterioramento.

Il Comune, a cui la regione ha trasmesso i dati, provvederà ad avvisare i proprietari degli immobili ove è stato rilevato l’amianto, circa gli adempimenti del caso ed il sostegno economico.

l'Amministrazione comunale ha accolto questa iniziativa di buon grado in quanto oggi si può contare anche su una precisa localizzazione dei manufatti che col tempo andranno ad essere eliminati progressivamente dal territorio riducendo i pericoli derivanti appunto dall'amianto.

La Regione ha comunicato che i contributi per la rimozione dell’amianto dal territorio verranno erogati anche nel 2021.

Si invitano pertanto i cittadini interessati a presentare domanda di contributo per avvalersi di questa opportunità.

Avviso

alla data del 20.8.2019 non ci sono nuove localizzazioni e/o emergenza di frazioni non metanizzate, nè nuove lottizzazioni per le quali non risulta possibile provvedere all'allacciamento della rete esistente.

 

 

 

Linee guida sull'applicazione della disciplina per l'utilizzo delle terre e rocce da scavo ex DPR 120/2017 approvate dal SNPA con delibera 54/2019

Regolamento di igiene e sanità

E' stato approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 43 del 21.11.2018 il nuovo regolamento di igiene e sanità, entrato in vigore il 12.12.2018.

Qui il testo 

Specie vegetali esotiche invasive in Friuli Venezia Giulia: riconoscimento e possibili misure di contenimento

A cura della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Ersa Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale e Centro didattico naturalistico di Basovizza.
Manuale per il riconoscimento delle specie alloctone invasive al fine della prevenzione e contenimento della loro diffusione: qui il documento

Regolamento comunale di attuazione del Piano Comunale di Classificazione Acustica e delle attività rumorose

Infestazione della cimice marmorata asiatica (Halyomorpha halys) - materiale informativo

ERSA servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione, e assistenza tecnica

COMUNICATO

Vaccinazione autunnale delle volpi

Comunicazione sulla vaccinazione autunnale delle volpi - intervento del mese di novembre 2016

Qui il documento

Cinque buone regole per sconfiggere la zanzara tigre

I consigli della Regione FVG

Scacciamo insieme la zanzara tigre e la zanzara comune:
Informazione alla popolazione sui corretti comportamenti da tenere per evitare la proliferazione delle zanzare e prevenzione rischi di malattie virali da puntura qui il depliant
 

Articolo sull'abbandono dei rifiuti e conferimento non conforme. Il Piccolo 25.8.2016

Piano Comunale di Classificazione Acustica (PCCA) – Art. 23 L.R. 16/2007 e s.m.i. - Approvato con D.C. n. 23 del 22/09/2015”

Abolizione dell’utilizzo delle shopper in plastica

Si porta a conoscenza dei commercianti che verranno comminate sanzioni per chiunque trasgredisca al divieto di commercializzare, vendere, distribuire (anche gratuitamente) le buste di plastica monouso non biodegradabili e compostabili utilizzate per l’asporto delle merci e che in particolare non rispettano la norma europea EN 13432:2002.

L'importo delle sanzioni stabilite per le violazioni di cui sopra dall’art. 2 c.4 del Decreto-Legge 25 gennaio 2012, n. 2 “Misure straordinarie e urgenti in materia ambientale”, va da 2.500 euro a 25.000 euro. La sanzione viene aumentata fino al quadruplo del massimo se la violazione del divieto riguarda quantità ingenti di sacchi per l'asporto oppure un valore della merce superiore al 20 per cento del fatturato del trasgressore.

Qui la lettera della Provincia di Gorizia, il comunicato dell'ANCI e un vademecum per riconoscere i sacchetti

Piano di Azione Comunale

Piano di Azione Comunale approvato con con DG 16 del 28 gennaio 2015.

Processionaria del Pino

Qui la scheda tecnica informativa sulla Processionaria del Pino con la descrizione dell’insetto, le indicazioni sui metodi di lotta più efficaci e i riferimenti normativi inviati dall’ERSA - Agenzia regionale per lo sviluppo rurale 33050 - POZZUOLO DEL FRIULI (UD) - Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica

Infestazione da Piralide del bosso

Segnalazione del 4.6.2014 del servizio fitosanitario dell'ERSA del FVG (Agenzia regionale per lo sviluppo rurale) sull'infestazione della Piralide del Bosso:

Qui il documento

Qui il depliant informativo sulla Piralide del Bosso