La biblioteca comunale

La biblioteca comunale “Sandro Pertini” di Ronchi dei Legionari è stata inaugurata il 26 gennaio 1991 in Androna Plamada n. 1, in un edificio risalente alla fine del ‘700, di fianco alla sede del Municipio.
Possiede un patrimonio bibliografico e documentario di oltre 92.000 volumi, collocati su tre piani,  suddiviso in sezioni e collocato completamente a “scaffale aperto”, in modo tale che gli utenti vi possano accedere direttamente e autonomamente.

Il servizio è aperto a tutta la popolazione; il tesseramento e i prestiti sono completamente gratuiti.
Il prestito del materiale librario è consentito per un massimo di trenta giorni, eventualmente prorogabili, mentre il prestito dei materiali multimediali è consentito per 10 giorni. Le proroghe sono consentite nel caso le risorse non siano state prenotate da altri utenti
Il catalogo completo della biblioteca, e di tutte le biblioteche aderenti al sistema bibliotecario provinciale, è consultabile tramite OPAC (Online Public Access Catalog). Tramite una password che può essere richiesta al personale della biblioteca, sullo stesso sito è possibile anche effettuare le prenotazioni dei documenti di interesse e controllare l’iter dei propri prestiti.
Oltre al prestito interbibliotecario a livello di sistema, la biblioteca “Sandro Pertini” garantisce anche il prestito interbibliotecario nazionale, per il tramite del Consorzio Culturale del Monfalconese.

Tra le sezioni della biblioteca meritano di essere menzionate:
- la sezione slovena, che con i suoi 5.000 volumi, è a disposizione della minoranza linguistica presente sul territorio, ed è un importante punto di riferimento per gli alunni delle scuole con lingua d’insegnamento slovena;
- la sezione multimediale che raccoglie oltre 7.000 pezzi tra cd musicali e DVD, sia per ragazzi che per adulti
- la sezione Arte: la Biblioteca ha realizzato per molti anni un’intensa attività di promozione sull’approccio delle arti visive ed ha creato al suo interno la più ricca sezione libraria e documentaria sull’argomento tra tutte le biblioteche de sistema. Essa comprende oltre ai volumi sulla storia, cataloghi di mostre, una vasta gamma di monografie sugli autori più importanti e molti volumi sulle arti applicate.

Presso la biblioteca è attivo il servizio di Sportello linguistico di lingua slovena.
Sono sempre presenti in biblioteca per la libera consultazione i due quotidiani Il Piccolo e il Primorski Dnevnik.

 

Non solo libri…

In biblioteca è assicurata la fruibilità di una postazione informatica e il servizio Internet, al quale si può accedere gratuitamente, attraverso due postazioni PASI della Regione FVG.
La biblioteca organizza annualmente le rassegne culturali "Primavera in Arte", "Incontri d’Estate in Biblioteca", "Autunno da sfogliare… e da ascoltare", "Noi e la Storia" e numerose altre iniziative culturali.
Vengono frequentemente organizzati anche cicli di letture ad alta voce, per bambini di tutte le età, sia in lingua italiana sia in lingua slovena, per favorire la diffusione dell’amore per la lettura e la conoscenza.  Forte è in questo senso il legame con le scuole dell’infanzia e primarie cittadine, con giornate dedicate alle letture e ai prestiti a livello di classe.
La biblioteca aderisce al servizio MLOL (MediaLibraryOnLine) per la gestione dei prestiti di e-book.